Leftforum

left forum

Libri consigliati

Don Andrea Gallo
Le preghiere di un utopista
Prefazione di Loris Mazzetti
Aliberti editore

globalizzazione e i suoi oppositori

_____________________________

J. E. Stiglitz
La globalizzazione e i suoi oppositori

globalizzazione e i suoi oppositori

Einaudi 2002
___________________________

S. Žižek, In difesa della cause perse. Materiali per la rivoluzione globale.

globalizzazione e i suoi oppositori

Ponte alle Grazie, Milano 2009.

___________________________
Elsa Morante
La storia, Einaudi Cartaceo - eBook

globalizzazione e i suoi oppositori

Lo avevano detto

B. Trentin - Lavoro e libertà - Donzelli Editore 1994

---------------------------------

Tolstoj

“Possiamo vivere nel mondo una vita meravigliosa se sappiamo lavorare e amare, lavorare per coloro che amiamo e amare ciò per cui lavoriamo.”
LEV TOLSTOJ

N. 2 Settembre 2013

Anno 1 – n. 2 Settembre 2013

Let me Speak!

By Alfonso Marino – Editor in chief

This is the request with which we open the second issue of “La Sinistra Rivista”, www.lasinistrarivista.org quarterly in collaboration with Monthly Review, www.monthlyreview.org In 1979 Domitila, daughter of Bolivian miners tells the poverty and immense dignity that you must have to live in poverty, to learn, construct meaning for your life and that of your family, leave hope, offer change. A hard life, because the wage is very low, a hard life because you’re a woman and also the union, the husbands, over the police and business owners don’t want that women’s point of you claim it fits into the minimum rights, for the dignity of working women, of housewives, students, towns and workers. An intense tale, full of references to today, a 2013 in which poverty in our Europe didn’t retreat, rather increases, involves, after touching, incomes and lifestyles, people who thought they were touched in 2007. In 2013, still, poverty imposes on women, in the absence of social and material identity: at home, no job and a violence that is rampant as in the story of Domitila. Youth, women, the phenomenon of Not in education employment or training, Neet, is spreading, in the Europe that next year is called to vote. The violence that has undergone Domitila in 1979 and many of you before you can read it in the faces and eyes of many women in this 2013. Lately, http://www.economist.com/news/briefing/21578643-world-has-astonishing-chance-take-billion-people-out-extreme-poverty-2030-not?fsrc=scn/tw/te/pe/im/notalwayswithus#ixzz2Urphh9Wr the Economist writes that the fight against poverty is going very well because it decreases the world’s population living on less than 1.25 dollars a day. Currently about half the world’s population survives on less than two dollars a day. Having little choice or opportunity, they are condemned to live lives subject to hunger, disease, illiteracy, unemployment and lack of hope, lack of food, drinking water, basic health services, education. Continua a leggere

Chi guiderà la classe operaia degli Stati Uniti?

MICHAEL D. YATES (mikedjyates@msn.com) è editore associato della Monthly Review e direttore editoriale della Monthly Review Press. E’ autore di monografie, pubblicate da Monthly Review Press.

MICHAEL D. YATES

 

Questo articolo, si basa su alcuni interrogative, proposti da due libri: Gregg Shotwell, Autoworkers Under the Gun: A Shop-Floor View of the End of the American Dream (Chicago: Haymarket Books, 2012), 200 pages, $17.00, paperback; and Jane McAlevey with Bob Ostertag, Raising Expectations (And Raising Hell): My Decade Fighting For the Labor Movement (New York: Verso Books, 2012), 318 pages, $25.95, hardcover. Entrambi i volumi propongono la storia di una icona sindacale e di un sindacato. Gregg Shotwell scrive del Sindacato dei Lavoratori dell’Auto (UAW), e Jane McAlevey del Servizio dei Dipendenti per l’Unione Internazionale (SEIU). Emergono profonde preoccupazioni per il futuro del lavoro organizzato. Il movimento operaio degli Stati Uniti è allo sbando. Il declino del ruolo sociale e istituzionale del sindacato, il minor numero di iscritti ogni anno, evidenziano le profonde difficoltà. Alcuni segnali positivi di rinascita: la rivolta dei lavoratori del settore pubblico in Wisconsin nel 2011 e lo sciopero degli insegnanti della Scuola di Chicago nel 2012, non rappresentano elementi di controtendenza. Il futuro del movimento dei lavoratori non è brillante. Esaminiamo di seguito lo stato del lavoro organizzato attraverso la lente della storia recente dei due sindacati, raccontata da un operaio di produzione e un organizzatore sindacale itinerante. Gli autori si chiedono, chi può guidare la classe operaia americana. Continua a leggere

La parabola dell’economista “sottosviluppato”

di Vinod Vyasulu

Ricercatore presso la NYUniversity

[Pubblicato da Monthly Review, marzo 1974]

Un economista «sottosviluppato» è una persona proveniente da un paese sottosviluppato che ha studiato economia e che soffre del doppio svantaggio di essere intellettualmente onesto e di avere una coscienza sociale. Da una parte, è troppo competente per dedicarsi a ramificazioni minori di una teoria che è ben lontana dall’essere basata sulla realtà concreta. Dall’altra, è emozionalmente implicato, retaggio della cultura di povertà della gente da cui proviene. Per lui la povertà dell’economia da cui proviene è assai minore della povertà della teoria economica che ha accuratamente acquisito. In proposito può essere interessante per gli studiosi di scienze sociali sottosviluppati il caso del mio amico Dilip Pandey. Continua a leggere

An Enduring Challenge: corporations’ socio-environmental responsibility

By Leonard Boff

We are already past the economics of Nobel Laureate Milton Friedman, who in the September 1970 issue of Time Magazine, said: «the social responsibility of corporations consists of maximizing the earnings of the stockholders». Noam Chomsky is more of a realist: «Corporations are the closest things to totalitarian institutions». They do not have to give explanations to the public, or to society. They act as predators, and their prey consists of other corporations. To defend themselves, the people can only count on one instrument: the State. There is, however, a difference that must not be overlooked: «while General Electric, for example, need not answer to anyone, the state must give regular explanations to the people» (Le Monde Diplomatique, Brazil, nº 1, August 2007, page 6).Corporations realized decades ago that they are part of society, and have a social responsibility, in the sense that they must cooperate if everyone is to have a better society, It could be defined this way: Social responsibility is the obligation the corporation assumes, of seeking goals that in the mid and long range, are good for business, and also good for society as a whole. Continua a leggere

Mi gioco la vita. Mal d’azzardo: storie vere di giocatori estremi

 Di Silvana Mazzocchi

Saggi-Baldini Castaldi Dalai editore-Milano 2005  – A cura di Rolando De Luca

Psicologo Psicoterapeuta

Responsabile del Centro di Terapia per ex giocatori d’azzardo e loro famiglie

Campoformido(Ud)

Tel.0432 728639  e-mail rolandodeluca@gmail.com

Sito internet www.sosazzardo.it

 

Il gioco d’azzardo tra illusioni sociali e realtà terapeutica. L’esperienza di Campoformido (Ud)

 

di Rolando De Luca*

Apprestarsi alla lettura di questo libro significa avvicinarsi alla vita vissuta, fotografata con spontaneità dall’autrice, lasciando spazio al potere evocativo che solo la narrazione dell’umana sofferenza possiede. Il lettore è coinvolto attraverso queste pagine, tanto intense ed emozionanti quanto scevre da toni romanzati, in un viaggio interiore nell’esistenza di chi è rimasto intrappolato tra le spire del gioco d’azzardo, trovandosi di fronte a un quadro esauriente e quantomai realistico delle drammatiche conseguenze che questa situazione comporta.

Silvana Mazzocchi, tramite la raccolta di testimonianze dirette e documentate, riesce con straordinaria bravura a tradurre la viva voce dei protagonisti di queste biografie – tutte rigorosamente autentiche – offrendo al pubblico la possibilità di udire il racconto di chi non ha più parole per descrivere l’inferno della dipendenza, propria o di una persona cara. Continua a leggere

Fatemi parlare!

[Pubblicato da Monthly Review aprile 1979]

 

Let me speak! (Fatemi parlare! ), appena pubblicato dalla Monthly Review Press, è la storia di Domitila Barrios de Chungara, raccontata da lei stessa e raccolta da Moema Viezzer, giornalista e antropologa brasiliana. Domitila, figlia di un minatore boliviano e moglie di minatore, madre di sette figli, animatrice ‘del “Comitato delle casalinghe delle Miniere Siglo XX” è stata a lungo protagonista delle durissime e spesso cruente lotte della comunità dei minatori contro l’amministrazione delle miniere e i suoi consiglieri della CIA e dell’ambasciata americana.

Le Monde Diplomatique, in occasione della pubblicazione del libro in Francia, ha scritto: “E’ raro che venga data la parola ad una donna del popolo, che, lottando per il pane quotidiano, si politicizza e diventa un capo della sua gente. Alle miniere spesso erano le donne che decidevano di cominciare uno sciopero quando la dispensa era vuota. Domitila capisce molte cose, lei che ha abortito in prigione sotto la tortura…”. Quelli che seguono sono degli estratti dal commovente e acutissimo racconto di Domitila.
Continua a leggere

Settembre 2017
Il numero di Settembre 2017 Scarica il quattordicesimo numero della rivista.

COVER_SINISTRA_SETT-2017

I numeri precedenti
Il numero di Maggio 2017 Scarica il tredicesimo numero della rivista.

COVER_SINISTRA_SETT-2016

------------------------------------------- Il numero di Gennaio 2017 Scarica il dodicesimo numero della rivista.

COVER_SINISTRA_SETT-2016

------------------------------------------- Il numero di Settembre 2016 Scarica l'undicesimo numero della rivista.

COVER_SINISTRA_SETT-2016

------------------------------------------- Il numero di Maggio 2016 Scarica il decimo numero della rivista.

COVER_SINISTRA_SETT-2015

------------------------------------------- Il numero di Gennaio 2016 Scarica il nono numero della rivista.

COVER_SINISTRA_SETT-2015

------------------------------------------- Il numero di Settembre 2015 Scarica l'ottavo numero della rivista.

COVER_SINISTRA_SETT-2015


------------------------------------------- Il numero di Maggio 2015 Scarica il Settimo Numero della rivista

COVER_SINISTRA_MAG-2015


------------------------------------------- Il numero di Gennaio 2015 Scarica il Sesto Numero della rivista.

COVER_SINISTRA_MAG-2014

------------------------------------------- Il numero di Settembre 2014 Scarica il Quinto Numero della rivista.

COVER_SINISTRA_MAG-2014

------------------------------------------- Il numero di Maggio 2014 Scarica il Quarto Numero della rivista.

COVER_SINISTRA_MAG-2014

------------------------------------------- Il numero di Gennaio 2014 Scarica il Terzo Numero della rivista.

COVER_SINISTRA_SETT-2013

------------------------------------------- Il numero di Settembre 2013 Scarica il Secondo Numero della rivista.

COVER_SINISTRA_SETT-2013

------------------------------------------- Il numero di Maggio 2013 Scarica il Primo Numero della rivista.

COVER_SINISTRA_small_maggio-2013

La Sinistra Rivista. Quadrimestrale in collaborazione con Monthly Review

La Sinistra Rivista – Rivista Quadrimestrale - Autoriz. n. 23 depositata il 27.05.13 - ISSN 2282-3808 La Sinistra rivista - [Online]

Direttore responsabile: Alfonso Marino

Luogo di pubblicazione: Napoli/Italia - Editore e proprietà: Associazione Transeuropa Piazza Carolina 10, 80132 Napoli